Istruzioni per il lavaggio dei capelli post trapianto

Agnese ci spiega come e quando lavare i capelli subito dopo un'operazione con tecnica FUE eseguita presso la clinica del dott. Serkan Aygin.

Quali sono i trattamenti da usare, gli accorgimenti e le terapie consigliate nei giorni seguenti all'impianto di capelli? Ecco le risposte:

Come prendersi cura dei capelli nel post-trapianto con tecnica FUE

Chiunque voglia sottoporsi a un autotrapianto di capelli, o chi vi si è già sottoposto, si chiede spesso come comportarsi nel post-operatorio: ovvero al momento di lavare i propri capelli trapiantati. Prendersene cura non è difficile, eppure richiede la massima accortezza al fine di garantire il benessere dei capelli.

Se anche voi avete pensato all'autotrapianto con metodologia FUE per “dare un taglio” alla calvizie - o se vi ci siete già sottoposti - è fondamentale che conosciate come, con cosa e per quanto tempo prendervi cura dei vostri capelli.

Come lavare i capelli nel post-trapianto con metodo FUE?

Di seguito, si propone l’elenco delle fasi del lavaggio dei capelli (da seguire pedissequamente) nel mese successivo all’intervento.

1. Quando effettuare il primo shampoo

Il primo lavaggio può essere eseguito solo dopo 3 giorni dall’intervento. Esempio: l'autotrapianto è stato eseguito il lunedì. Il paziente può effettuare lo shampoo a partire dal giovedì sera. Dal terzo giorno i capelli trapiantati dovranno essere lavati tutti i giorni, per un mese.

2. Rimozione fascetta contenitiva e garza

Prima di lavarsi, è necessario che il paziente rimuova la fascetta nera contenitiva (posta sulla fronte dopo l’intervento) e la garza che ricopre la zona retrostante la nuca in prossimità dell’area donatrice.

3. Applicazione della lozione

Per idratare e lenire la pelle dello scalpo, favorire la rigenerazione delle cellule e velocizzare il processo di caduta delle croste è necessario applicare una lozione emolliente sia sulla zona trapiantata che sulla zona donatrice. Il prodotto deve essere applicato delicatamente, con piccoli tocchi, seguendo la stessa direzione dei bulbi impiantati. Va lasciato in posa per 60 minuti (1 ora) e non prevede il risciacquo.

Il prodotto da utilizzare è quello indicato dal vostro chirurgo. In ogni caso, si consigliano: Bepanthol Body Lotion, Eucerin ph5 Emulsione Corpo Idratante, SebaMed Latte Idratante, Bepantenol spray schiuma rinfrescante.

Nota bene: è possibile abbondare con il prodotto nell’area donatrice. In quella trapiantata meglio evitare che si creino residui.

4. Applicazione dello shampoo

Dopo aver lasciato in posa la lozione, si può procedere al lavaggio con shampoo. È importante che il prodotto sia versato sul palmo delle mani (non direttamente sullo scalpo), frizionato al fine di creare una schiuma e solo dopo distribuito sulla zona trapianta e sulla donatrice. Per favorire il microcircolo e la rimozione delle crosticine, è bene eseguire dei massaggi lenti e delicati durante l’applicazione. Lasciate agire la schiuma per 2/3 minuti circa e procedete con il risciacquo.

Fate attenzione a utilizzare lo speciale prodotto indicato dal vostro chirurgo. Indipendentemente dalla marca utilizzata, assicuratevi che lo shampoo abbia un P.H. pari a 5.5. Si consigliano: SebaMed Repair Shampoo, SebaMed EveryDay Shampoo, Liperol Shampoo confezione azzurra, Shampoo per bambini.

Nota bene: Dopo 15 giorni potrete sospendere l’uso della lozione solo se saranno cadute tutte le crosticine. Potrete quindi procedere all’uso di un qualsiasi shampoo di vostro gradimento.

5. Temperatura dell’acqua per il risciacquo

Risciacquare la cute dai residui di prodotto è una fase estremamente delicata: non bisogna, in alcun caso, sottoporsi al getto diretto del rubinetto della doccia (l’alta pressione non farà altro che ferire la cute già estremamente sensibile). Utilizzate un bicchiere o una bottiglia per lavarvi.

b>Attenzione:

  • È importante risciacquare abbondantemente la testa per ripulire la cute da qualsiasi residuo.
  • È preferibile lavare i capelli trapiantati con acqua fredda o al più tiepida.

6. Asciugatura

L’ultimo step da seguire, per il lavaggio dei vostri capelli, è rappresentato dall’asciugatura. È severamente sconsigliato l’uso di un asciugamano: non frizionate mai il telo sulla cute. Meglio usare un asciugacapelli a distanza e ad aria tiepida.

Il periodo che segue l’intervento di autotrapianto di capelli con tecnica FUE non prevede il verificarsi di particolari complicazioni. In ogni caso, è sempre bene attenersi alle indicazioni guida fornite dall’equipe medica della clinica presso cui avete subito l’operazione. In linea generale, il lavaggio per fasi (di cui sopra) è una routine che dovrete seguire per circa un mese. Al finire di questo periodo (e se non incorrerete in complicazioni) potrete ritornare alle vostre abitudini, utilizzando lo shampoo che più preferite.

Corretta igiene, accortezza e cura sono elementi chiave per garantire che i bulbi reimpiantati possano crescere forti e senza problemi. Solo così potrete garantirvi una riuscita ottimale dell’intervento.

Autore dei contenuti Dr Serkan Aygin - facebook - twitter - instagram

Contattaci
logo U.S. Lecce
Parlano di noi
Quinta Colonna
Il Sole ventiquattro Ore
Mi manda rai tre