tecnica FUE
 | 

Tecnica FUE per trapianto capelli: come funziona, quando si usa

Il trapianto di capelli è diventato una soluzione sempre più popolare per coloro che soffrono di calvizie o perdita di capelli. Tra le tecniche più avanzate e comunemente utilizzate vi è la tecnica FUE (Follicular Unit Extraction). Questo metodo si distingue per la sua precisione, efficacia e capacità di offrire risultati naturali e duraturi. 
Questa procedura è particolarmente apprezzata dai chirurghi e medici tricologi per la sua efficacia e il basso livello di invasività ed è utilizzata anche nel caso di trapianto di barba.

Come funziona la tecnica FUE?

Il trapianto capelli FUE prevede l’espianto diretto delle unità follicolari tramite bisturi cilindrici dalla zona donatrice, dove solitamente questi ultimi sono resistenti alla calvizie e il successivo innesto nella zona ricevente, ossia l’area ove si è verificata la caduta dei capelli. 

tecnica FUE come funziona

L’intervento viene effettuato in anestesia locale per permettere al personale medico di operare in sicurezza e per garantire la giusta serenità al paziente, e richiede un tempo che può variare dalle 5 alle 7 ore, a seconda dell’area da trattare.
Ecco le principali fasi del processo:

Preparazione dell’area donatrice

L’area donatrice viene rasata per facilitare l’accesso ai follicoli piliferi. Viene poi applicato un anestetico locale per ridurre al minimo il dolore durante la procedura.

Estrazione delle unità follicolari

Utilizzando un micromotore dotato di un ago cavo molto sottile (tra 0,6 e 1,0 mm di diametro), il chirurgo estrae singolarmente le unità follicolari (solitamente dalla parte posteriore o laterale della testa). Ogni unità follicolare può contenere da 1 a 4 capelli.

Conservazione dei follicoli

I follicoli estratti vengono conservati in una soluzione apposita per mantenerli vitali fino al momento dell’impianto.

Preparazione dell’area ricevente

Viene anestetizzata anche l’area ricevente. Successivamente, vengono create delle microincisioni dove i follicoli verranno impiantati.

Impianto dei follicoli

I follicoli vengono inseriti nelle microincisioni precedentemente create. Il chirurgo deve prestare particolare attenzione all’angolo, alla direzione e alla profondità di ogni follicolo per garantire un risultato naturale.

Nei giorni successivi sarà importante seguire delle accortezze post trapianto di capelli che verranno comunicate in clinica e che permetteranno di vivere un post operatorio privo di disagi, come evitare di urtare e strofinare il capo, ridurre quanto più possibile la sudorazione ed evitare sforzi fisici.

Le differenze rispetto alle altre tecniche

La tecnica FUE presenta alcune differenze significative rispetto ad altre tecniche di trapianto di capelli, come la FUT (Follicular Unit Transplantation) e la DHI (Direct Hair Implantation).

  1. Cicatrici: La FUE è nota per essere meno invasiva rispetto alla FUT, che richiede l’estrazione di una striscia di cuoio capelluto dall’area donatrice, lasciando una cicatrice lineare visibile. La FUE, invece, lascia nella zona donatrice solo piccole cicatrici puntiformi che sono quasi invisibili e guariscono in breve tempo.
  2. Tempi di recupero: La FUE generalmente comporta tempi di recupero più rapidi rispetto alla FUT, poiché le ferite guariscono più velocemente rispetto a una grande incisione.
  3. Precisione e controllo: Rispetto alla DHI, la FUE può essere meno precisa nel controllo dell’angolo e della direzione dei follicoli durante l’impianto, poiché nella DHI viene utilizzato uno strumento speciale (Choi Implanter Pen) per un inserimento più preciso.
  4. Procedura: Nella FUE, l’estrazione e l’impianto sono due fasi separate, mentre nella DHI l’impianto avviene simultaneamente all’estrazione, riducendo il tempo di manipolazione dei follicoli.

Benefici e vantaggi della Tecnica FUE

La tecnica FUE offre numerosi benefici e vantaggi:

  1. Minima invasività: Essendo una procedura meno invasiva, la FUE comporta meno dolore e disagio post-operatorio rispetto, ad esempio, alla tecnica FUT.
  2. Assenza di cicatrici: Contrariamente a quanto avviene in altre tecniche più antiquate, la FUE lascia nella zona donatrice microcicatrici circolari quasi invisibili che guariscono molto rapidamente, non prevede nessun taglio o punto di sutura.
  3. Tempi di recupero rapidi: I pazienti possono tornare alle loro attività quotidiane più rapidamente, potendo contare su un post-operatorio semplice e privo di rischi.
  4. Risultati naturali: Con un chirurgo esperto, la FUE può offrire risultati molto naturali, con capelli che crescono seguendo il normale ciclo di crescita.
  5. Flessibilità: La FUE è adatta sia per piccoli che per grandi trapianti, e può essere utilizzata per correggere precedenti trapianti mal riusciti.

Chi è il candidato ideale al trapianto di capelli con tecnica FUE?

Il trapianto di capelli FUE è una tecnica adatta a tutti i tipi di calvizie. Scegliere la tecnica di trapianto più adatta al proprio caso implica però una serie di valutazioni preliminari. È necessario che il dottore verifichi la tipologia di perdita di capelli, la densità dell’area donatrice e la dimensione dell’area calva.

Generalmente la tecnica FUE è adatta a una vasta gamma di pazienti. I candidati ideali sono sicuramente persone con alopecia androgenetica, la forma più comune di perdita di capelli, spesso ereditaria. Il trapianto con tecnica FUE è inoltre particolarmente efficace per riempire aree relativamente piccole e specifiche, come le tempie o la linea frontale.

È naturalmente importante che i candidati siano in possesso di una buona zona donatrice, che può essere rappresentata da diverse aree del corpo (come barba e petto), offrendo maggiori opzioni per i pazienti con aree donatrici limitate sul cuoio capelluto.

Risultati della Tecnica FUE

Dopo il trapianto di capelli FUE i capelli cresceranno naturalmente andando a rinfoltire l’area diradata o calva. Superata la fase fisiologica dello shock loss attorno al 2° mese – il fenomeno che serve a eliminare i capelli più deboli per permettere la crescita di quelli più forti e sani – la maggior parte dei pazienti nota una crescita significativa dei capelli entro 3-4 mesi dall’intervento, con risultati completi visibili dopo 12-18 mesi. 

I risultati della tecnica FUE sono generalmente molto positivi. Guarda da te i nostri prima/dopo!

Dove effettuare il trapianto con tecnica FUE in Italia?

Per raggiungere un risultato armonico, in linea con le proprie aspettative e in sicurezza è necessario affidarsi a una clinica che risponda ad elevati standard di sicurezza e affidabilità. Per effettuare la  migliore scelta è fondamentale rivolgersi a una clinica specializzata in trapianto di capelli con tecnica FUE in grado di assicurare un percorso di cura personalizzato in un ambiente sicuro e professionale.

Vuoi sapere se la tecnica FUE fa per te?
Compila il form per richiedere subito un consulto!

Domande frequenti sulla tecnica DHI

Quanto costa il trapianto di capelli FUE?

I costi dell’autotrapianto di capelli FUE possono ovviamente variare in base alla clinica scelta. Generalmente, i prezzi dei pacchetti offerti sono riferiti all’impianto di un massimo di 5000 bulbi per non danneggiare l’area donatrice.
Il trapianto capelli tecnica fue in Italia ha spesso un costo maggiore rispetto all’estero, sebbene alcune realtà riescano a garantire un prezzo competitivo che offre anche piani di pagamento rateizzati per rendere il trattamento più accessibile.

Scopri dove fare il trapianto di capelli in Italia a prezzi concorrenziali.

Ci sono controindicazioni alla tecnica F.U.E.?

In presenza di determinate condizioni mediche, come malattie autoimmuni, epatite B o C, ipertensione, diabete o infezioni attive del cuoio capelluto, potrebbe non essere possibile procedere con il trapianto di capelli con tecnica FUE.
Una valutazione medica completa è sempre necessaria prima di procedere con l’intervento. Naturalmente l’assenza di una buona zona donatrice è sempre un impedimento all’intervento chirurgico.

Quante sessioni sono necessarie con la tecnica FUE?

Il numero di sedute necessarie dipende dall’estensione della calvizie e dal numero di follicoli da trapiantare.
In molti casi, una singola seduta può essere sufficiente, ma per aree molto estese potrebbe essere necessario suddividere l’intervento in più sessioni dal momento che, per non danneggiare l’area donatrice con un numero eccessivo di prelievi, il limite massimo di unità follicolari da trattare è di 5000 per singola sessione.

Dopo quanto tempo sarà possibile raggiungere il risultato definitivo?

I primi segni di crescita dei capelli trapiantati sono visibili entro 3-4 mesi, ma i risultati completi si manifestano dopo circa 12-18 mesi. Durante questo periodo, i capelli continueranno a crescere e a diventare più folti.

Articoli simili